Ritroviamo uno dei tecnici riconfermati in casa Junior Taranto: Filippo Crocco, allenatore della categoria Piccoli Amici (classi 2012-13) nel corso di uno degli allenamenti presso la struttura del ViviSport di Taranto. “La preparazione procede bene, abbiamo iniziato a settembre con esercizi mirati ma ho pensato innanzitutto a fare socializzare i ragazzi. A ottobre, invece, abbiamo iniziato a compattare la squadra attraverso un paio di amichevoli in attesa di partecipare ai primi tornei. Ho notato dei miglioramenti, i bambini si divertono”. Un passaggio importante il tecnico lo chiarisce rispetto al bullismo soprattutto in una fascia d’età così delicata: “Stiamo portando avanti una lotta contro il bullismo. A questa età i bambini sono già consapevoli delle loro qualità e di quelle dei compagni di squadra quindi il comportamento di tutti dentro e fuori dal campo è fondamentale. Cerco di educare i miei piccoli atleti a non ridere quando un compagno sbaglia o magari è meno bravo degli altri. Bisogna spegnere questi piccoli focolai. Noi allenatori cerchiamo di creare gruppo anche invitando i bambini ad abbracciarsi dopo la segnatura di un gol. Questi sono piccoli gesti importanti per combattere il bullismo”. Proprio nella passata stagione uno dei dirigenti della Junior Taranto, Franco Troccoli organizzò una manifestazione di sensibilizzazione del problema denominata “Un Calcio al Bullismo”. Mister Crocco prosegue: “Dobbiamo troncare sul nascere qualsiasi atteggiamento incline al bullismo. Cerco di fare capire agli atleti che alleno l’importanza di non ridere quando un compagno sbaglia in allenamento. L’educazione e il rispetto è importante, anzi fondamentale. Cerco di supportare gli insegnamenti che forniscono le rispettive famiglie a questi bambini che comunque, giusto sottolinearlo, sono molto educati”

UFFICIO STAMPA ASD JUNIOR TARANTO

Enrico Losito